Sindaco e giunta di Cerea (Lega nord+PDL) contrari a un Veneto indipendente

giugno 14, 2011  |  Politica  |  Share

Il consigliere Spigolon di VS

Ieri sera a Cerea è stato ampiamente dimostrato quello che da tanto andiamo dicendo: gli unici a fare gli interessi dei veneti siamo noi di Veneto Stato.
Significativo è stato assistere con Patrizia Badii, coord. prov per Verona, a un consiglio comunale dove interpellanza dopo interpellanza fino alla discussione del bilancio non passava relatore che sottolineasse la carenza di fondi, tagli di qua e di la.
Quando il nostro consigliere Matteo Spigolon, ha preso la parola elencando in dettaglio tutti i vantaggi economici che il Veneto e Cerea avrebbero se fossimo indipendenti ho sperato che qualcuno, con uno scatto d’orgoglio, prendesse posizione a favore dell’indipendenza.
Cosi non è stato.

L’intervento del sindaco, a nome anche della giunta composta da lega e pdl, il quale si è dapprima riservato di controllare i dati “perché interessanti” ma ha subito precisato che “non sono mai stato indipendentista, molti hanno dato molto anche il loro sangue per trovare un punto di coesione tra tutte le differenze creando la Repubblica”.
Ha proseguito poi dicendo “non sono convinto che un Veneto indipendente possa reggere, lo stato italiano è uno dei più industrializzati al mondo, il nord est negli ultimi 3 anni è andato in forte difficoltà confrontandosi con alti stati. Uno stato Veneto non può essere competitivo con il resto del mondo” e concludendo con pertanto non sono certamente per un Veneto indipendente”.

Alla risposta quasi scontata però non è seguito neppure un distinguo tra le fila della lega nord che ha preso parola solo per criticare la scelta di Matteo di uscire dal partito asserendo che dovrebbe vergognarsi.
Questa è la prova che molti aspettavano.
La lega ladrona venduta all’Italia non è più il mezzo con cui i veneti possono liberarsi dalle catene italiche.
Veneto Stato è ogni giorno di più, l’unica alternativa per i veneti.

Giacomo Mirto
Coord. sezione di Verona