Archive for Eventi

ELEZIONI REGIONALI, GIANLUCA BUSATO: “REFERENDUM REGIONALE SUPERATO DAL PLEBISCITO DIGITALE, CON L’INDIPENDENZA IL VENETO AVRA’ 200 MILIARDI DI EURO IN PIÙ IN 5 ANNI”

ELEZIONI REGIONALI, GIANLUCA BUSATO: “REFERENDUM REGIONALE SUPERATO DAL PLEBISCITO DIGITALE, CON L’INDIPENDENZA IL VENETO AVRA’ 200 MILIARDI DI EURO IN PIÙ IN 5 ANNI”

aprile 24, 2015  |  blog, Eventi, Politica  |  No Comments  |  Share

Presentate le liste dei candidati consiglieri regionali e distribuiti in tutti gli uffici elettorali dei comuni del Veneto i moduli per raccogliere entro aprile le 12.000 firme necessarie per presentarsi alle elezioni.

[Scarica le liste complete dei Candidati consiglieri regionali di Veneto Sì]
busato

[Treviso, 13 aprile 2015] – In previsione delle prossime elezioni regionali del 31 maggio, in questi giorni i volontari di Veneto Sì e Plebiscito.eu hanno quasi completato la distribuzione in TUTTI i comuni del Veneto dei moduli da sottoscrivere con le liste di Veneto Sì e la candidatura a Presidente del Veneto di Gianluca Busato. Tra lunedì 13 e martedì 14 aprile i moduli saranno disponibili in tutto il Veneto.

Veneto Sì e Plebiscito.eu hanno iniziato un tam tam mediatico rivolto ai cittadini per invitarli a recarsi presso gli uffici elettorali del proprio comune di residenza a firmare entrambi i moduli, per raggiungere entro aprile la quota di circa 12.000 firme certificate da un pubblico ufficiale, necessarie per partecipare alle elezioni regionali. I partiti italiani con una vergognosa legge truffa elettorale regionale che hanno approvato, si sono infatti esentati dal raccogliere tale firme che per Veneto Sì invece sono obbligatorie. Ciò rappresenta una chiara discriminazione democratica anche alla luce del limite imposto di un solo mese per la raccolta, contrariamente al periodo solitamente concesso che era di 6 mesi precedenti le elezioni.

Le liste di candidati privilegiano una formazione tecnica, a testimonianza della vocazione tecnologica e di concretezza sia di Plebiscito.eu sia del suo ideatore: 4 Ingegneri, 3 architetti, 3 laureati in economia, 15 imprenditori, 1 laureato in lingue e 1 interprete, 2 artisti, 2 insegnanti, 10 impiegati e un ex dirigente pubblico dei comuni di Venezia, Chioggia e Treviso sono alcuni dei profili tra i 51 candidati consiglieri nelle liste di Veneto Sì. Le donne sono 23, mentre gli uomini sono 28. Sono 3 su 7 le liste provinciali con più candidate che candidati: Rovigo, Treviso e Vicenza. L’età media è di 47 anni.

Il candidato presidente è Gianluca Busato (compirà 46 anni il 14 maggio), ingegnere, imprenditore nell’economia digitale, presidente di Plebiscito.eu, ideatore e organizzatore del referendum di indipendenza del Veneto che ha richiamato a Venezia le testate televisive e giornalistiche più famose di tutto il mondo: Al Jazeera, BBC, le tv russe, austriache e tedesche, il Times, il Washington Post, Bloomberg, Financial Times, il gotha del giornalismo economico-finanziario mondiale, riscuotendo successo anche nei prestigiosi magazine che studiano i nuovi fenomeni digitali e non, come Mashable e Mic.com.

Lo scorso 28 marzo il referendum ha avuto il riconoscimento internazionale ufficiale anche dal punto di vista diplomatico, con la certificazione e la consegna della relazione finale, estremamente positiva e lusinghiera, da parte del Comitato degli Osservatori Internazionali, provenienti da diversi Paesi tra i quali USA, Russia, Georgia, Repubblica Ceca, Ucraina, Siria e Italia. Tale risultato permetterà ora a Plebiscito.eu di dare il via a una fase di relazioni con gli stati e le organizzazioni internazionali volte al riconoscimento dell’indipendenza della Repubblica Veneta.

Nel frattempo Gianluca Busato chiede ai cittadini veneti il mandato popolare per procedere più speditamente nella creazione del Veneto indipendente.

A questo proposito Gianluca Busato ha dichiarato: “non mi sono candidato nelle liste dei consiglieri regionali, perché non sono interessato alla poltrona. Come noto viene eletto solo chi vince e il secondo arrivato, mentre gli altri candidati presidenti sono fuori dal consiglio, se non hanno il paracadute italiano come candidati di lista. Sarà una battaglia dura, per me, dopo l’ottenimento della certificazione del referendum di indipendenza del Veneto sarebbe stato molto più comodo assistervi passivamente come Presidente della Delegazione dei Dieci, mantenendomi comodamente la passerella internazionale per chiedere il riconoscimento internazionale della Repubblica Veneta indipendente. Non sono persona che si ritira di fronte alle sfide difficili e scomode, quando esse sono essenziali per la libertà del Popolo Veneto. Oggi bisogna finalizzare il percorso di indipendenza del Veneto intrapreso un anno fa, dopo che l’organizzazione di un nuovo referendum regionale è diventata impossibile e inutile per l’impugnazione da parte del governo italiano presso la corte costituzionale. Lo stato italiano ha scelto la linea della dittatura di fatto, impedendo alla regione Veneto di indire un nuovo referendum. Chi ripropone oggi il medesimo percorso che io – per primo e allora in splendido isolamento – ho teorizzato e percorso fin dal 2006 e che un anno fa ho saputo superare e scavalcare con il Plebiscito Digitale, oggi mente sapendo di mentire. Mi candido pertanto a presidente per ricevere dai cittadini veneti un mandato pieno e maggioritario per disattivare il consiglio regionale come istituzione italiana e convocarlo in assise plenaria con il Parlamento Veneto per confermare la dichiarazione di indipendenza del Veneto del 2014. In tal modo il Veneto in 5 anni potrà godere di 200 miliardi di euro in più, derivanti dall’interruzione della rapina fiscale (20 miliardi annui), del pagamento di interessi sul debito pubblico italiano che non abbiamo creato noi (9 miliardi di euro circa ogni anno) e degli sprechi dello stato italiano”.

Ufficio stampa Veneto Sì / Plebiscito.eu

NASCE VENETO BUSINESS: 80 IMPRENDITORI GIA’ ISCRITTI

ottobre 28, 2013  |  blog, Eventi, Societa'  |  1 Comment  |  Share

Gianluca Busato: “copriremo il vuoto lasciato dall’ICE, facendo fare affari nel mondo alle aziende venete”. Collegamenti già attivi con Polonia, Sud Africa, Namibia, Angola, Scozia, Regno Unito, Repubblica Domenicana, Stati Uniti d’America

vb-261013-3

rileySabato scorso a Venezia si è celebrata la nascita di Veneto Business, l’innovativa piattaforma internazionale per imprenditori veneti, che ha registrato un grande successo sia in termine di adesioni e partecipazione sia in termini di qualità di contenuti dell’evento.

Sono già 80 gli imprenditori che si sono iscritti a Veneto Business, che ha visto il saluto ufficiale portato dalla Regione Veneto con l’intervento dell’assessore regionale Daniele Stival e di illustri ospiti scozzesi, John Riley, parlamentare a Holyrood (il parlamento scozzese con sede ad Edimburgo) e consulente costituzionale, membro dello Scottish National Party, Ian Renwick, Consigliere SNP per l’Isola di Skye (Ebridi Interne) presso il Consiglio delle Highlands e Giovanni Dalla-Valle, azionista di Business for Scotland, socio dell’SNP e ambasciatore della campagna Yes Scotland.

vb-261013-2

Ha raccolto grande interesse la presentazione di collegamenti e advisor di Veneto Business con diversi Paesi del mondo, molto promettenti come mercati in espansione sia per quanto riguarda la possibilità di investimenti da parte di aziende venete in loco sia ovviamente per l’attrazione di investitori in Veneto.

Tra i primi Paesi coperti segnaliamo Polonia, Sud Africa, Namibia, Angola, Scozia, Regno Unito, Repubblica Domenicana, Stati Uniti d’America.

Veneto Business ha quindi anticipato alcuni servizi premium che saranno resi disponibili agli associati, in particolare nei Paesi coperti da Veneto Business, quali servizi di contrattualistica internazionale, supporto commerciale nei Paesi coperti, recupero crediti, recruiting, coaching, formazione, marketing e comunicazione. La giornata si è quindi conclusa con una cena suggestiva in Canal Grande.

snp-2

Il direttore di Veneto Business Gianluca Busato ha così commentato l’evento di lancio di sabato: “Intendiamo riempire un vuoto evidente lasciato da istituzioni che oramai hanno perso ogni funzione quali l’ICE (istituto di commercio estero) e lo facciamo con lo stile veneto, che è rappresentato dalla capacità di trovare soluzioni grazie all’ingegno che ci è proprio, unito alla nostra proverbiale vocazione mercantile, condividendo e rafforzando collegamenti commerciali e istituzionali con Paesi e mercati del mondo in grande crescita. Veneto Business anticipa e rende possibile la nascita di un nuovo Veneto anche per le relazioni di affari, permettendo la selezione e creazione di una nuova classe dirigente che si relazioni con le giovani e capaci classi dirigenti di Paesi che hanno saputo fare dell’innovazione e dell’incentivo all’intraprendere la ricetta del proprio odierno successo.

cenaVeneto Business intende trasformare la più grave crisi socio-economica della storia moderna nel Veneto, nella grande opportunità per permettere la nascita di un Veneto nuovo e virtuoso. Non vogliamo unirci al gregge che continua a ripetere un vano e sterile lamento fine a sé stesso: Veneto Business preferisce concepire e creare le condizioni per portare nel mercato già oggi le chiavi della crescita del prossimo futuro.

Il successo dell’evento di sabato ci dà ancora più forza per realizzare il nostro obiettivo e la conferma di avere la visione anticipatrice del nuovo mondo che verrà”.

Fonte: http://venetobusiness.com/grande-successo-per-lesordio-di-veneto-business-80-imprenditori-gia-iscritti/

gazzettino

UNA STAFFETTA IDEALE PERCORRE TUTTO IL VENETO, A DIFESA DELLA LIBERTA’ E DELLA DEMOCRAZIA

ottobre 25, 2013  |  blog, Eventi, Politica  |  No Comments  |  Share

Da Venezia a Verona, un week end per costruire il futuro del Veneto

weekendLa prossima fine settimana sarà molto importante per il Veneto, sempre più nella stretta di una crisi causata dall’appartenenza all’Italia e da nient’altro che ad essa.

In una staffetta ideale tra economia, categorie sociali e politica e istituzioni, sabato e domenica assisteremo alla partenza di un nuovo corso per dare vita a un Veneto nuovo, che sappia essere la terra delle opportunità che naturalmente è.

Locandina_VE_26102013_MINISabato 26 ottobre a Venezia si tiene un convegno storico, che vedrà anche il saluto istituzionale dalla Regione Veneto, portato dall’assessore regionale Daniele Stival e che sancirà il battesimo di Veneto Business, una nuova piattaforma internazionale per imprenditori veneti, che vuole anticipare il futuro, permettendo la costruzione di relazioni solide e collegamenti internazionali con nuovi Paesi e mercati. L’evento di lancio che si tiene all’hotel Amadeus a partire dalle ore 15 vede la presenza di importanti ospiti istituzionali dalla Scozia, che si appresta a celebrare il referendum per la propria completa indipendenza il prossimo 18 settembre 2014. Saranno presenti importanti personalità dell’SNP del Parlamento Scozzese, a testimoniare la vicinanza dello Scottish National Party, la formazione indipendentista che ha come proprio leader Alex Salmond, First Minister della Scozia.

Saranno inoltre presenti molti advisor di Veneto Business, che presenteranno le opportunità di mercato in diversi Paesi del mondo: dalla Polonia al Sud Africa, dalla Scozia e dal Regno Unito agli Stati Uniti d’America, ma anche Paesi emergenti e ancora poco noti nel Veneto come la Slovenia, la Repubblica Dominicana, l’Angola e la Namibia.

mini_Locandina_VR_27102013 (1)Domenica 27 ottobre sarà invece la volta di Verona, dove Plebiscito2013 ha chiamato a raccolta tutti i cittadini e i Comuni del Veneto, sotto la bandiera del Veneto, il Gonfalone di San Marco, per unirsi a difesa della democrazia e della libertà, messe a dura prova dallo stop forzato all’indizione del referendum per l’indipendenza del Veneto imposto dalla partitocrazia italiana in Regione Veneto. Il corteo che partirà dall’Arsenale alle ore 15 sarà guidato dai rappresentanti istituzionali inviati da decine e decine di Comuni Veneti, sotto i propri Gonfaloni e arriverà in Piazza Bra dove si terrà un comizio al quale hanno già dato la propria adesione molti rappresentanti istituzionali, compresi europarlamentari, consiglieri regionali e sindaci del Veneto.

Da Verona partirà forte la nuova proposta istituzionale di convocazione del Plebiscito digitale per l’indipendenza del Veneto, la via Estone e democratica nel rispetto della libertà di espressione, che possa permettere ai cittadini veneti di decidere il proprio futuro, nella piena legittimità internazionale e senza violare il diritto interno dello stato.

Da Venezia a Verona, il futuro del Veneto inizia sabato 26 e domenica 27 ottobre prossimi.

Gianluca Busato

Fonte: http://plebiscito2013.eu/da-venezia-a-verona-un-week-end-per-costruire-il-futuro-del-veneto/

UNA SETTIMANA IMPORTANTE PER IL PRESENTE E PER IL FUTURO DEL VENETO

ottobre 23, 2013  |  blog, Eventi, Politica  |  No Comments  |  Share

Sabato 26/10 a Venezia appuntamento di Veneto Business con ospiti dello Scottish National Party e di altri paesi e domenica 27/10 tutti a Verona in pressing per l’indipendenza del Veneto

Locandina_VE_26102013_MINIQuesta settimana, che si è aperta nel segno triste del nostro passato, ben ricordato da Franco Rocchetta, del Plebiscito Truffa che nel 1866 consegnò il Veneto all’Italia, calpestando anche per quell’epoca i criteri minimi dell’esercizio democratico, si concluderà condue appuntamenti importanti per il presente e il futuro del Veneto.

Ci riferiamo in primo luogo all’evento di lancio di Veneto Business, la piattaforma internazionale per imprenditori veneti. Esso si celebrerà sabato 26 ottobre prossimo a Venezia, presso l’hotel Amadeus, a partire dalle ore 15, con l’intervento storico di rappresentanti istituzionali del Parlamento di Scozia e membri dello Scottish National Party e con il gemellaggio con la piattaforma di Business for Scotland che vanta già l’adesione di 700 imprenditori scozzesi. In un momento drammatico per l’economia veneta, stretta nella morsa delle fiamme del peggiore inferno fiscale del mondo, Veneto Business rappresenta una grande opportunità di relazioni, grazie alla presenza di collegamenti in diversi Paesi Europei e del mondo, che permetterà ai propri associati di avviare e facilitare l’internazionalizzazione del proprio business.

snpIn questi pochi giorni che mancano all’appuntamento è importante che riusciamo ad avere il massimo risalto e partecipazione possibile, per un evento che non osiamo definire storico anche da un punto di vista politico, oltreché imprenditoriale, in quanto testimonia l’apertura al Veneto delle Istituzioni Scozzesi e dello Scottish National Party, la formazione politica di Alex SalmondFirst Minister di Scozia, che si appresta a celebrare il referendum per l’indipendenza della Scozia il prossimo 18 settembre 2014.

La partecipazione di una così nutrita delegazione scozzese implica quindi anche la conseguente promozione internazionale della Causa Veneta. Cerchiamo quindi di sfruttare il tempo che ci rimane raccogliendo il maggior numero possibile di adesioni all’evento.

Il giorno seguente, la domenica pomeriggio del 27 ottobre, l’appuntamento è invece a Verona, con un’iniziativa di pressing in merito all’indizione di una consultazione popolare tra i cittadini veneti sull’indipendenza del Veneto.

Come noto, la discussione sull’approvazione della legge referendaria per indire il Plebiscito per l’indipendenza del Veneto in Consiglio Regionale del Veneto si è purtroppo arenata su questioni relative ad interpretazioni in tema di diritto interno, pur tutti condividendo la legittimità internazionale del procedimento.

Crediamo che la discussione su un tema di grande impatto presso l’opinione pubblico non possa essere lasciato cadere nel vuoto e debba trovare forza proprio nell’espressione più naturale della sovranità popolare, grazie all’elezione diretta e alla vicinanza che legittima i consigli comunali e i sindaci come rappresentanti più autentici della cittadinanza.Per tale ragione e sentite le parti più sensibili a una questione che prima di tutto è di democrazia, il comitato apartitico e trasversale Plebiscito2013 ha quindi chiamato a raccolta tutti i cittadini veneti a Verona il prossimo 27 ottobre, con l’occasione invitando a partecipare con una propria rappresentanza tutti i Comuni del Veneto, 110 dei quali con coraggio e senso di responsabilità istituzionale già ad oggi hanno approvato un ordine del giorno per sollecitare la Regione a discutere ed approvare il progetto di legge 342/2013.

mini_Locandina_VR_27102013 (1)Il programma della manifestazione prevede un corteo, guidato dai gonfaloni dei Comuni Veneti che daranno la propria adesione, che partirà da Piazza Arsenale alle ore 15 (ritrovo ore 14.30, c’è anche un parcheggio per chi arriva in auto) e arriverà a Piazza Bra, dove dalle 16 alle 17.30 si terrà il comizio finale, con presentazione della nuova iniziativa plebiscitaria dei comuni veneti per l’indipendenza del Veneto. La manifestazione non prevede uso di simbologie di partito, ma solo l’utilizzo della Bandiera del Veneto, come simbolo di unione di tutti i cittadini veneti al di là delle ideologie.

Facciamo tutti in modo allora in questi giorni che i due importanti eventi in programma sabato e domenica abbiano il maggiore successo e risalto possibile.

Ne va del presente e del futuro del Veneto.

Gianluca Busato
Plebiscito2013

Fonte: http://plebiscito2013.eu/una-settimana-importante-per-il-presente-e-per-il-futuro-del-veneto/

LAUNCH EVENT: VENETO BUSINESS E BUSINESS FOR SCOTLAND – 26/10/2013 – VENEZIA

ottobre 7, 2013  |  blog, Eventi, Politica  |  No Comments  |  Share

VENETO BUSINESS E BUSINESS FOR SCOTLAND

IMPRENDITORI INDIPENDENTISTI: IMPARIAMO DALLA SCOZIA

Data: 26:10/2013
Dove: Hotel Amadeus – Venezia (Lista Di Spagna, 227 – Venezia)

ORARIO: 15.00-18.30 (CENA 19.00)

Programma

Saluto di:

  • Daniele Stival, assessore all’identità veneta della Regione Veneto

Relatori:

Scarica il programma completo degli interventi

Prenotazioni (posti limitati): info@venetobusiness.com

Evento su facebookhttps://www.facebook.com/events/221376308022469/

Acquisto bigliettihttp://venetobusiness-launch-event.eventbrite.com

Locandina_VE26102013_bozza06

Link all’articolo originale

Stand-Up per l’indipendenza del Veneto: 17 settembre TUTTI a Venezia

settembre 10, 2013  |  blog, Eventi  |  No Comments  |  Share

Flyer 21x10 P2013_VENEZIA copia

Incoraggiamo il Consiglio Regionale chiamato a votare l’indizione del Plebiscito per l’indipendenza del Veneto.

Martedì 17 settembre 2013, Stand-Up presso Calle XXII marzo a Venezia, partenza del Corteo alle ore 13.30 dalla Stazione dei treni di Venezia S. Lucia.

Partecipiamo numerosi, passaparola! Portiamo con noi SOLO il Gonfalone di San Marco, senza bandiere di partito.

Aderisci all’evento anche su facebook

Mappa dell’itinerario seguito: http://goo.gl/maps/f4Ejy

Approfondimenti:


Visualizzazione ingrandita della mappa

WEB-Locandina 21x30_VENEZIA

E la gondola naviga verso l’Indipendenza Veneta

febbraio 11, 2013  |  blog, Eventi, Politica  |  2 Comments  |  Share

Il 16 febbraio a Venezia 10.000 veneti firmeranno la legge per indire il referendum per l’indipendenza veneta. La consultazione referendaria si terrà il 6 ottobre 2013

foto-32“Vuoi che il Veneto diventi una repubblica indipendente e sovrana? Sì o no?”. Non poteva essere più chiaro il quesito all’art. 1 della proposta di legge regionale di iniziativa popolare per l’indipendenza del Veneto presentata ieri da Indipendenza Veneta, con la la sintesi che contraddistingue i grandi passaggi della storia. Il documento sarà sottoscritto con grande solennità il prossimo sabato 16 febbraio a Venezia da migliaia di cittadini veneti che per l’occasione sfileranno lungo le calli della città lagunare, con partenza alle ore 15 sotto il ponte di Calatravain piazzale Roma.

Gli organizzatori prevedono un afflusso senza precedenti, con 5-10.000 partecipanti, con decine di pullman già prenotati e i treni che si annunciano pieni per una giornata storica, che vedrà una grande presenza dei media internazionali.
Dopo che lo scorso 28 novembre il consiglio regionale del Veneto ha approvato la risoluzione 44, scritta e concepita da Indipendenza Veneta, per il referendum di autodeterminazione del Popolo Veneto, ora la Commissione giuridica, insediatasi per volontà sempre di Indipendenza Veneta e composta dall’Avv. Luca Azzano Cantarutti, dall’Avv. Alessio Morosin, dal Prof. Paolo Bernardini, dal Prof. Carlo Lottieri e dal Prof. Alessandro Vitale, ha presentato il testo del Progetto di Legge veneta che indice il referendum per l’indipendenza del Veneto.
Il testo di legge presentato stabilisce che la consultazione referendaria si tenga il 6 ottobre 2013. Il quorum richiesto prevede la partecipazione della maggioranza assoluta degli elettori veneti e per la nascita della nuova Repubblica Veneta basterà che il sì ottenga il 50% + 1 dei voti validi. La legge proposta prevede anche la copertura finanziaria per tramite del residuo fiscale veneto che lo stato italiano non riversa sul territorio veneto e che equivale a circa 20 miliardi di euro ogni anno, secondo le stime del ministero del tesoro.
Mentre i politici italiani danno il loro triste spettacolo elettorale che preoccupa gli investitori di tutto il mondo, ancora una volta la sorpresa viene pertanto dall’azione politica di Indipendenza Veneta, improntata sulla concretezza e sull’assunzione di responsabilità verso i cittadini veneti, che sono sempre più colpiti da una situazione economica grave che pone in grave difficoltà le famiglie e le imprese.
L’iniziativa del movimento indipendentista veneto si inserisce nel quadro europeo che vede emergere la voglia di indipendenza in sempre più regioni, dalle Fiandre, dove i partiti fiamminghi ormai rappresentano la grande maggioranza della popolazione, alla Catalogna e alla Scozia, dove nel 2014 si terranno i referendum per l’indipendenza. Venezia diventa quindi il nuovo baricentro del terremoto istituzionale che in brevissimo tempo ricomporrà una Federazione Europea all’insegna di nuove e più moderne realtà statuali.
Il segretario Lodovico Pizzati ha dichiarato: “è proprio la gravità della situazione socio-economica del Veneto che impone ai nostri rappresentanti istituzionali in regione di approvare con estrema urgenza la legge per l’indizione del referendum di indipendenza del Veneto. Siamo certi che ciò avverrà in tempi rapidi e con una maggioranza netta. Dopo tutto si tratta semplicemente di dare la parola ai cittadini veneti, che ricordiamo vogliono l’indipendenza veneta a grande maggioranza. Si tratta du un atto di democrazia fondamentale, che rappresenta un dovere istituzionale e civico in un momento tanto delicato per il nostro Veneto. L’indipendenza veneta è l’unica tutela per il nostro benessere, nel segno della legittimità internazionale.”
Il 16 febbraio prepariamoci quindi riassaporare lo spettacolo unico delle gondole indipendentiste che solcheranno il Canal Grande.

Ufficio stampa
Indipendenza Veneta

Tratto da indipendenzaveneta.net

Mega evento a Tezze sul Brenta per celebrare il consiglio regionale indipendentista

Mega evento a Tezze sul Brenta per celebrare il consiglio regionale indipendentista

novembre 21, 2012  |  blog, Eventi, Politica  |  1 Comment  |  Share

Anche Mara Bizzotto invitata il 28 novembre da Indipendenza Veneta nella sala congressi dell’hotel Pigalle

Fonte: Indipendenza Veneta

Indipendenza Veneta festeggia la convocazione per mercoledì 28 novembre del consiglio regionale straordinario dove verrà votata laRisoluzione 44, ideata dal movimento indipendentista e presentata in Regione Veneto da migliaia di cittadini il 6 ottobre scorso.
Una super maggioranza di consiglieri regionali di tutte le formazioni politiche ha dimostrato che il tema dell’indipendenza veneta ha saputo abbattere gli steccati ideologici, riscontrando ottimismo da parte del portavoce del movimento, l’ing. Gianluca Busato “siamo assolutamente certi che emergerà un voto favorevole del Consiglio Regionale sulla nostra Risoluzione verso un referendum per l’indipendenza veneta”.
Indipendenza Veneta celebrerà l’evento alle ore 21 del 28 novembre con un migliaio di simpatizzanti in sala congressi dell’Hotel Pigal, a Tezze sul Brenta (Vicenza). Nell’occasione Indipendenza Veneta ha ufficialmente invitato come ospite anche l’europarlamentare Mara Bizzotto, residente di Tezze sul Brenta. “Il contributo che Mara Bizzotto ha dato in ambito europeo per tutelare i diritto di autodeterminazione dei veneti è notevole” dichiara il segretario di Indipendenza Veneta, Lodovico Pizzati. “I nostri simpatizzanti, ma anche i cittadini veneti tutti, le sono molto grati ed il 28 novembre sarà una data decisiva piena di novità.” L’europarlamentare Mara Bizzotto ha presentato una meritoria interrogazione al presidente della Commissione Europea Josè M. Barroso affinché l’Unione Europea garantisca con monitoraggio internazionale il referendum per l’indipendenza veneta.

Secondo i promotori del percorso indipendentista, con il supporto del consiglio regionale e con l’imminente tutela della comunità internazionale, il referendum per l’indipendenza veneta avverrà a primavera 2013.

Ufficio stampa
Indipendenza Veneta

SUSEGANA, 7 LUGLIO: FESTA NAZIONALE INDIPENDENZA VENETA

SUSEGANA, 7 LUGLIO: FESTA NAZIONALE INDIPENDENZA VENETA

luglio 3, 2012  |  blog, Eventi  |  No Comments  |  Share

Memorial Roberto De Nadai

La festa apre nel pomeriggio. Ci saranno giochi per i più piccoli, prosecco e spritz, con stuzzichini vari per i piu grandi. Stand gastronomico per la cena. Birra alla spina a fiumi e tanto divertimento per un giusto relax, prima delle prossime attività per l’indipendenza veneta. Alla sera vi saranno comizi con i più importanti rappresentanti del movimento. Tra gli altri interverranno:

  • Prof. LODOVICO PIZZATI – Segretario Indipendenza Veneta
  • Avv. LUCA AZZANO CANTARUTTI – Presidente Indipendenza Veneta
  • Avv. ALESSIO MOROSIN – Presidente onorario Indipendenza Veneta – già Consigliere Regione Veneto, avvocato difensore
  • dei Serenissimi

convocazione congresso INDIPENDENZA VENETA

maggio 15, 2012  |  blog, Eventi  |  98 Comments  |  Share

Articolo originale: http://indipendenzaveneta.net/convocazione-congresso-indipendenza-veneta/

Cari Soci,

dopo lo strepitoso successo dell’evento del 12 maggio a Venezia, dove in oltre 300 abbiamo sfilato per presentare le 20 mila firme raccolte per indire un referendum per l’indipendenza veneta, ora è giunto il momento di fare il passo successivo. E’ ora di andare oltre “veneto stato” perché il movimento indipendentista deve crescere. La titolarità del nome “veneto stato”, come tutti voi sapete è contesa e al momento in mano ai tribunali italiani. Non possiamo permettere di rallentare la nostra azione politica da questioni legali perché non abbiamo tempo da perdere e dobbiamo fare in fretta nel lavorare per l’indipendenza veneta. Un simbolo elettorale non è altro che un vestito, mentre il corpo siamo tutti noi, le nostre idee e la nostra determinazione. Non possiamo rallentare il nostro percorso solo perché il vestito è compromesso e ormai stretto. Questo mese cambiamo vestito e lasciamo pure che siano i giudici italiani a decidere di chi è il vecchio vestito “veneto stato”. Noi andiamo avanti, continuando a crescere e continuando a riscuotere consensi per l’indipendenza veneta. Se poi tra 6 mesi o un anno la giustizia italiana confermerà che il vecchio vestito era nostro, allora lo metteremo nel guardaroba. In caso contrario farà poca differenza perché con il nuovo vestito saremo quasi già arrivati all’indipendenza veneta.
Vi presento il nuovo vestito, e si chiama INDIPENDENZA VENETA (www.indipendenzaveneta.net). Siete pronti ad indossarlo? Bene, allora vi aspetto tutti al congresso di fondazione fissato la mattina di domenica 27 maggio 2012. Ogni socio in regola con l’iscrizione avrà la possibilità di partecipare come socio fondatore del nuovo e ruggente movimento nel quale il vecchio “veneto stato” confluisce. Sono benvenuti anche simpatizzanti che vogliono iscriversi o che vogliono conoscere meglio le nostre idee e il nostro percorso.
Seguiranno ulteriori mail con indicazioni sull’ordine del giorno, istruzioni per candidarsi come protagonisti nel nuovo movimento, e informazioni sullo statuto e sul programma per i prossimi mesi, come ad esempio la possibilità di ottenere un referendum per l’indipendenza veneta.
Il congresso si terrà all’hotel MAGGIOR CONSIGLIO (via Terraglio 140, Treviso) in una sala congressi da 500 (cinquecento) persone. Mi raccomando, venite tutti e portate conoscenti interessati perché dobbiamo riempirla, è un dovere di tutti noi. L’orario è dalle ore 9 alle ore 13, e la data è il 27 maggio 2012.
Ci sarà televisioni e stampa, e ospiti illustri. E’ fondamentale far vedere che l’indipendenza veneta è in notevole crescita e che ormai è una potenza. Impegnatevi tutti a venire e portare persone interessate perché dobbiamo riempire la sala congressi da 500 persone.
Vi aspetto!
Lodovico Pizzati